\\ Home Page : Articolo : Stampa
Mi fa il verso la cornacchia nera
Di webmaster (del 25/05/2007 @ 10:47:11, in ITALIANO, linkato 1204 volte)
MI FA IL VERSO LA CORNACCHIA NERA
 
E’ passata la pioggia a lasciare violento il profumo della terra,
dalla balaustra sul cortile il giardino è ancora umido di grigio.
 
Come  vento di aria bagnata, fresco e imbrattato di nuvola,
all’altezza dello stomaco sento la sospensione:
l’intima malinconia che accompagna l’anima inquieta.
 
Il verso della cornacchia nera deride i miei pensieri,
mi scuote dal vuoto torpore del viaggio appena intrapreso e già finito
nel mondo del mio infinito.
 
Una nausea mi assale della mia inadeguatezza,
della mia irragionevolezza, della mia persistente tristezza…
e di nuovo sento quella stessa ansia inurlata!
 
Ma il verso della cornacchia nera divide i miei pensieri:
ieri per ieri, oggi per oggi, a paio a paio, ad uno ad uno e poi basta…
mi ridesto da un sonno mai dormito.
 
La mia vita trascorsa sempre di lato
senza mai guardare dritto in faccia ogni cornacchia nera...
 
E quella ride dei miei pensieri, mi riconosce per come sono ed ero
a metà tra il vetro e la balaustra a guardare il tempo che fa.
 
 

 
A. SIMONETTI