\\ Home Page : Articolo : Stampa
A mia moglie
Di webmaster (del 10/03/2007 @ 12:11:52, in ITALIANO, linkato 1118 volte)

Ah la musica, le parole, quelle parole di Branduardi, che hanno accompagnato attraversato le mie stagioni.Il violino che ne ha accarezzato i giorni. Il tempo che si è consumato. Rimangono i versi, ripensati assaporati, una culla di immagini. Grazie per questa dolcezza.

A mia moglie
 
Ti ho visto
stasera
in una vecchia foto di tua madre
Le gambe troppo lunghe
al vento   piegate
di un'estate ferrarese
E sei là da venire
Con tuo padre
di lontano
già stanco
così dolce
che ti porta a pescare. 
 
 
Nicola Maggi