\\ Home Page : Articolo : Stampa
In viaggio verso te
Di webmaster (del 28/09/2008 @ 09:57:53, in ITALIANO, linkato 1106 volte)

Fan "fulminata" sulla via di Damasco....
Con la consapevolezza che la vita è piena di profeti e poeti. Con quel realismo che mi tiene ancorata a terra, a dispetto di volatili presunzioni... Dal momento che sappiamo che non basta avere le ali per saper volare. Io vi invio, con la speranza che l'artista Angelo Branduardi possa anche soltanto leggerle, quelle che per me sono soltanto parole. Chissà che non riescano ad ispirare note e a risuonare oltre lo spazio ristretto dei miei  pensieri.
Con affetto

Katia Cairo

Rit
Peregrino è il mio destino
   Sono un vagabondo
     Rubo gli angoli del mondo
Avvolto in un mantello leggero ho solo il fardello del mio pensiero
E gioco la partita della vita tra scudi d’orgoglio e dardi d’amore
 
1
Ho lasciato una culla di sogni nel letto di un fiume
E una messe di promesse arse al sole
Ho lanciato una chiave nel lago del cuore
Ripudiando il timore e cucendomi addosso ali di vento
 
Rit
Peregrino è il mio destino
   Sono un vagabondo
     Rubo gli angoli del mondo
Avvolto in un mantello leggero ho solo il fardello del mio pensiero
E gioco la partita della vita tra scudi d’orgoglio e dardi d’amore
 
2
Ho viaggiato tra le dune della mente, quasi inconsapevolmente
Abbagliato da un miraggio, seguito senza coraggio
Ho solcato i mari della solitudine, come un’abitudine
Prigioniero libero, braccato dalla moltitudine
 
Rit
Peregrino è il mio destino
   Sono un vagabondo
     Rubo gli angoli del mondo
Avvolto in un mantello leggero ho solo il fardello del mio pensiero
E gioco la partita della vita tra scudi d’orgoglio e dardi d’amore 
 
3
Ho una casa di rimpianti in cui trascorro le stagioni 
E su di una finestra chiusa coltivo sogni ed illusioni
Ho ripiegato in una valigia tutte le emozioni
E le rispolvero a fatica, come un giocoliere d’occasioni. 
 
Rit
Peregrino è il mio destino
   Sono un vagabondo
     Rubo gli angoli del mondo
Avvolto in un mantello leggero ho solo il fardello del mio pensiero
E gioco la partita della vita tra scudi d’orgoglio e dardi d’amore 
 
4
Sul cuscino di una strana alba oggi c’era un’orma nuova
Nel silenzio della mia stanza ho udito una parola
Io tremavo nel letto, come un bambino
Mi stringevo al tuo petto, ti tenevo vicino
 
Rit
Peregrino è il mio destino
Ma non sono vagabondo
E incontrando il tuo sorriso ho riscoperto il mondo
Mi hai spogliato di un lenzuolo di false verità
Ed io ho riscritto sulla pelle tua la mia nuova identità….
 
Katia